LUCA ANTOLiNi interviews by LORENZOSPEED*

LUCA ANTOLiNi intervistato da LORENZOSPEED*

 

1 ) Ciao Luca, qual è stato l’input che Ti ha dato lo spunto per iniziare a fare il Dj ?

L’amore che ho sempre avuto per la musica, fin da piccolo mi piaceva comporre musica e testi, poi la prima volta in discoteca ho visto la figura del Dj, e mi sono detto “ecco cosa vorrei fare, vedere la gente che balla per la musica che proponi”; è stata la svolta .

 

2 ) Qual è l’origine del Tuo nome artistico ?

L’origine arriva da mamma e papà, è il mio di anagrafe.

 

 

Music

3 ) Quali sono gli artisti e/o le band musicali e/o i producers di riferimento per la Tua idea di Musica ?

Depeche mode , Kraftwerk, Mike Oldfield , Pink Floyd e tutto ciò che è elettronica, ma anche rock, ovviamente Techno , Trance e le Bombe Hard. Ho una grande passione per le soundtracks come quelle di Ennio Morricone, Hans Zimmer, Vangelis.

 

( qui sopra foto scattata al Link di Bologna, il 16/05/2015 durante la one night Art of Trance / Go on air night [ Giuseppe Ottaviani ], con, tra gli altri, Giuseppe Ottaviani, Manuel Le Saux, John O’Callaghan ). Da sinistra verso destra LUCA ANTOLiNi, ALESSANDRA RONCONE, RiCCi JUNiOR, LORENZOSPEED* PANDA.

 

4 ) Cos’è per Te la Musica ?

La vita ! Non posso immaginarla senza.

 

 

Messages

5 ) Quali sono i 3 dischi ai quali sei + affezionato e che non potranno mai mancare nella Tua valigia ?

Ogni disco ha una storia ! Sceglierne 3 vuol dire tradirne altri migliaia e poi a me piace tanto variare, sono il navigator e preferisco non mettere 3 titoli.

 

( qui sopra foto scattata al Link di Bologna, il 16/05/2015 durante la one night Art of Trance / Go on air night [ Giuseppe Ottaviani ], con, tra gli altri, Giuseppe Ottaviani, Manuel Le Saux, John O’Callaghan ). Da sinistra verso destra LUCA ANTOLiNi, LORENZOSPEED* Gianky.

 

6 ) Quale messaggio vuoi comunicare o trasmettere attraverso la Musica ?

Emozione ed energia , senza quello non ci credo nemmeno io.

 

 

AMORE Radio Show / THE SOUNDAY

7 ) Com’è stata la Tua esperienza ospite di AMORE Radio Show / THE SOUNDAY condotto da LORENZOSPEED* e cosa Ti é piaciuto di + del programma ? E quale consiglio daresti nello sviluppo/evoluzione atto a dare vita ad un programma di sempre migliore qualità ?

Buona esperienza, nessun consiglio Lorenzo sa cosa deve fare.

 

Per riascoltare il podcast dell’ospitata all’interno del programma radiofonico THE SOUNDAY Radio Show condotto da LORENZOSPEED* clicca qui >>> https://www.mixcloud.com/LSPDj/lorenzospeed-presents-amore-radio-show-615-domenica-27-luglio-2014-with-luca-antolini-4-marziodance/

https://www.mixcloud.com/LSPDj/lorenzospeed-present-amore-radio-show-615-with-luca-antolini-27-07-2014-part-2/

 

 

 

8 ) Descrivi ai lettori la Tua storia artistica e/o approfittane di questo spazio per lanciare un messaggio a cui tieni particolarmente o che senti di dover comunicare riguardo quello che 6 e che hai da dire.

La mia storia è lunga, 36 anni, ho vissuto e suonato tanti generi nelle varie fasi della mia evoluzione, ho sempre cercato di trovare le giuste emozioni, le giuste energie da trasmettere alla gente per farla star bene, onestamente ogni giorno sono alla ricerca di cose  da dire e spero ancora per un pò la gente abbia la voglia di ascoltarmi.

 

( qui sopra foto scattata al Link di Bologna, il 16/05/2015 durante la one night Art of Trance / Go on air night [ Giuseppe Ottaviani ], con, tra gli altri, Giuseppe Ottaviani, Manuel Le Saux, John O’Callaghan ). Da sinistra verso destra LORENZOSPEED* LUCA ANTOLiNi, ANDREA MAZZA.

 

9 ) Quale consiglio daresti a chi vuole iniziare il Tuo percorso artistico ?

Di fare quello che sentono, che li emozionano, se non senti le vibrazioni giuste vuol dire che non è per te, lascia stare ! Cerca sempre quello che ti fa star bene, anche se lo puoi trovare in cose impopolari, questo lavoro è come amare un partner, lo devi sentire, coccolare, apprezzare ed accettare anche nei momenti bui.

 

 

Curiosità

10 ) Qual è stato l’aneddoto o la situazione + curiosa che Ti è capitata durante le Tue performances ?

Arrivare in un Club , dopo 300 km e soltanto lì, capire che non avevo preso i dischi con me … figuraccia.

 

( qui sopra foto scattata durante la one night Art of Trance dell’11/10/2014 con, tra gli altri, Bryan Kearney, Solarstone alla discoteca Madame Butterfly di Ferrara ). LORENZOSPEED* & LUCA ANTOLiNi.

 

11 ) C’è un locale / club / una serata particolare che Ti è rimasta nel cuore e di cui vorresti parlarcene per condividerne l’emozione / l’atmosfera ?

Il primo Locale il LIVING di Bologna, sempre nel cuore  poi  J & J, Exodus dove sono cresciuto molto, e ho condiviso tante serate con Dj Gius poi diventato Technoboy, con Ezio Vallini in arte Valez e con Manuel Es, Roland Brant e Roberto Stoppa, poi tanti locali e festival italiani e stranieri. Il Tnt-Kamasutra è sempre stato un locale speciale forse perchè lo condividevo con il mio amato amico Marzio Dance, e poi negli anni ho conosciuto e lavorato con altri amici come Tatanka, Lady Brian, igor, Cris dj, Luca Morris, e tanti che hanno girato all’interno vorrei aggiungere che anche in Australia ho vissuto momenti magici, soprattutto con la grande amicizia nata con Steve Hill. Vorrei ricordare una lunga parentesi condivisa con Technoboy, Tuneboy, Ricky T e tutti i ragazzi di Bologna con i quali ho fatto tante produzioni e dove sono nate, tra l’altro, The Race, Secret Dream, varie sigle per il Tnt-Kamasutra, Heat, ecc. ecc.

 

 

12 ) Se vuoi aggiungere link di video interessanti o Live / party che Ti restano nel cuore e che vuoi condividere, volentieri …

Defqon1, Cubase, Space ibiza, DHF, Masif, Dorian Gray, E-mission ed altri ancora tra U.K., Australia, Olanda, Svezia, Francia, ecc. Per link, foto , video sto cercando in questi giorni di aggiornare i Social Network. Come le mie tante produzioni musicali. Negli ultimi anni, ho vissuto belle serate con il gruppo di Joshua, del Glory, We are History, Mistery che portavamo avanti con Ricci, Panda, insomma ci sono stati momenti molto belli, mi sono piaciute molto le serate al Palace, allo Chalet ( Puzzle ) di Torino , Shock di Cuneo.

 

( qui sopra foto scattata al Jamy Bar di Roncadelle ( Treviso ) con, da sinistra a destra, LORENZOSPEED* LUCA ANTOLiNi, FULMiNE ).

 

13 ) Visto che il periodo non è dei + facili, specialmente per noi che viviamo il cosiddetto ‘mondo della notte’ / nightlife / clubbing / ecc. vuoi dire qualcosa a riguardo ?

Non mi sento di dire niente , vivo giornate con alti e bassi, un pò di depressione, mi sembra tutto così irreale, mi sembra incredibile che un virus che sostanzialmente non è letale e poco pericoloso, se non che molto aggressivo e contagioso, abbia messo Ko l’Italia ed il Mondo.

Per fortuna occupo le giornate in studio,  per il mio progetto Techno che condivido con altre 2 persone ( Alessandro Bianchi e Luca F. ) chiamato FOLUAL e poi il mio programma radiofonico che si chiama TECHNO CLASSIC su Radio Piter Pan , che condivido con l’amico Marco Cordi , killer voice ( l’intervista con killer voice è disponibile a questo link >>> https://www.lorenzospeed.it/2020/05/06/killervoice-interviews-by-lorenzospeed/ ) e con la voce radiofonica di Andrea Nordio e Maxwell sempre di grande aiuto. Techno Classic è anche un format, per le nostre serate, che ovviamente ora sono state cancellate . Speriamo nel domani come tutti !

 

 

14 ) Un capitolo speciale dell’intervista mi sembra doveroso dedicarlo ad un Amico della Musica volato in cielo troppo presto … Marzio Dance… raccontaci tu qualcosa, ed intanto grazie, The Navigator ( che tra l’altro, correggimi se sbaglio, mi pare fosse proprio un soprannome che ti aveva dato Marzio )…

Dopo varie serate Marzio all’inizio del nostro rapporto, mi disse : “devo trovarti un soprannome e siccome tu spazi molto nel genere e ti piace viaggiare per me sei IL NAVIGATOR !” Con Marzio c’è sempre stato amore, stima, rispetto, grande amicizia, non abbiamo mai discusso una volta, eravamo sempre in perfetta sintonia. Casinisti si certo, ma sempre in sintonia ! E’ stato un dolore assurdo quando se nè andato Lassù, mi ci sono voluti anni per accettare questa cosa, che non volevo accettare, poi piano piano mi sono convinto che lui ogni tanto viene a trovarmi e sento la sua vicinanza. MARZIO ERA E RESTERA’ UNA LEGGENDA !

 

 

Grazie a Tutte/i per l’attenzione ed appuntamento alle prossime interviste curate da LORENZOSPEED*.

Link e contatti

Se vuoi leggere tutti gli articoli del sito, clicca qui >>> https://www.LORENZOSPEED.it

Per iscriverTi gratuitamente al canale ufficiale Youtube di LORENZOSPEED* clicca qui >>> https://www.youtube.com/LORENZOSPEED

Se vuoi ascoltare tutti i podcast radiofonici e Live di LORENZOSPEED* clicca qui >>> https://www.mixcloud.com/LSPDj

SiLVER interviews by LORENZOSPEED*

SiLVER intervistato da LORENZOSPEED*

1 ) Qual è stato l’input che Ti ha dato lo spunto per iniziare a fare il Dj ?

Ciao Lorenzo, grazie per questa opportunità per una mia intervista. Vengo a raccontarti come sono arrivato a fare questo mestiere. La mia passione per la musica mi ha portato fin da pischello ad ascoltare ed ingurgitare suoni e testi di canzoni. Ricordo che nei lunghi viaggi in auto con i miei genitori verso la Calabria, giocavamo ad una sorta di Sarabanda, credimi dopo la 2a /3a nota indovinavo le canzoni e gli artisti.

Nel 1991 ho comprato il mio 1° impianto : mixer e giradischi. Incontrai una sera un dj di Bari, Cosimo, che è stato il mio maestro. A lui devo l’inizio del mestiere e l’insegnamento della tecnica di mixaggio. Sono uno della vecchia scuola per così dire, ho iniziato con i vinili ed ancora oggi li utilizzo molto. Quello che ho è un patrimonio e non lo spreco per spostarmi verso la migliore tecnologia, seppur strizzando l’occhio. Mi rendo conto che la tecnica la puoi affinare nel tempo, così come il gusto che si evolve.

 

2 ) Qual è l’origine del Tuo nome artistico ?

Il mio nome d’arte Silver è nato nel 1992 in Sardegna. Avevo un altro nome d’arte, ma non mi piaceva e non mi soddisfaceva. Allora con l’ausilio dei miei colleghi della disco dove mettevo musica, una sera ci siamo messi e abbiamo trovato alcuni nomi, quello che mi soddisfaceva di più era Silver dj : argento vivo.

 

Musical input

3 ) Quali sono gli artisti e/o le band e/o i producers di riferimento per la Tua idea di Musica ?

Bella domanda !!! Sono cresciuto ascoltando e ballando gli anni ’80. Le mie influenze sono quelle : Duran Duran, Spandau Ballet, Cerrone per la dance e tanti altri. Attualmente mi piacciono i Daft Punk, il primo periodo di Bob Sinclar, quello degli anni ‘2000, faceva molta musica francese. Mi piace la musica acid jazz tipo James Taylor, Brand New Heavies, Incognito.  La lista sarebbe lunga.

 

 

4 ) Cos’è per Te la Musica ?

La musica è passione. Qualcosa di avvolgente che ti prende,  lentamente, e che ti fa sorridere, ballare, a volte riflettere, ma devi prendere tutto con leggerezza.

 

5 ) Quali sono i 3 dischi ai quali sei + affezionato e che non potranno mai mancare nella Tua valigia ?

Your love ( Frankie Knuckles )

Keep on Jammin’ ( Stefano Secchi )

Super natural ( Cerrone ).

 

 

6 ) Quale messaggio vuoi comunicare o trasmettere attraverso la Musica ?

Non ho un messaggio, non faccio il messia, ma sono un operatore del settore, che propone emozioni laddove ci sono i presupposti.

 

 

AMORE Radio Show / THE SOUNDAY

7 ) Com’è stata la Tua esperienza ospite di AMORE Radio Show / THE SOUNDAY condotto da LORENZOSPEED* e cosa Ti é piaciuto di + del programma ? E quale consiglio daresti nello sviluppo / evoluzione atto a dare vita ad un programma di sempre migliore qualità ?

Sono molto contento della tua ospitalità. Vai avanti così con le idee e la tua spontaneità.

 

 

8 ) Descrivi ai lettori la Tua storia artistica e/o approfittane di questo spazio per lanciare un messaggio a cui tieni particolarmente o che senti di dover comunicare riguardo quello che 6 e che hai da dire.

Ho iniziato nel 1992 questo lavoro… prima la radio, quella locale per intenderci, facevo un programma la mattina, mi ci trovai per caso, poi i villaggi turistici e piano piano sono passato da svariate esperienze. Ho collaborato anche con riviste di settore, dove ho scritto racconti di musica, realizzato interviste. Dopo 30 anni credimi, raccontare tutto il mio vissuto è complicato. Ricordo con grande piacere i miei incontri con Gianni Togni ed un’intervista di quasi 3 ore che sarebbe dovuta durare 30 minuti. Ricordo l’incontro con Nail Rodgers, il fondatore degli Chic e produttore di Daft Punk e Madonna, l’incontro con Mariah Carey nel lontano 2002 a Milano in un noto hotel quando facevo il fonico per Videotime, oppure l’incontro con Tony Humphries durante un party privato a Riccione. Cacchio ne ho fatte di cose, ma spesso le dimentico ed arrossisco al solo pensarci.

Ribadisco che non ho in mente di lasciare messaggi particolari. Il mio motto in ogni caso è “Voglio un fiore da coltivare ed una finestra per la fantasia… Giovane sempre”. Venite ai miei dj set con questo spirito.

 

Consigli e curiosità

9 ) Quale consiglio daresti a chi vuole iniziare il Tuo percorso artistico ?

Questa domanda mi piace, sono molto propenso ad insegnare ai giovani che questo lavoro bisogna farlo con grande passione e dedizione. In primis per imparare il mestiere del dj ed intrattenitore, ti devi donare ad ogni costo, lasciarti andare nel modo giusto, essere propositivo e nel lecito accettare i piccoli lavori, anche quelli che non sarebbero nel tuo DNA. Imparare a stare con la gente, ascoltarla e poi decidere.

Essere sempre coerente con quello che fai e dici. Ascoltare la musica, ingurgitarla, leggere ed annusare le copertine dei dischi. Visto il periodo avanzato della tecnologia al limite annusare il proprio pc..

 

 

10 ) Qual è stato l’aneddoto o la situazione + curiosa che Ti è capitata durante le Tue performances ?

Una delle mie performances più ridicole, in un locale in Lombardia, dove mentre mettevo i dischi il piatto perdeva velocità e per tutta la sera sembrava di stare sulle giostre.

 

11 ) C’è un locale / club / una serata particolare che Ti è rimasta nel cuore e di cui vorresti parlarcene per condividerne l’emozione / l’atmosfera ?

Gli ultimi locali importanti dove ho fatto musica nel 2019 : Alcatraz Milano e Spazio900 Roma, due parties esclusivi dove ho suonato davanti a 2.000 persone, che hanno ballato per ore dall’aperitivo alla notte.

 

 

Art will save us & Mixcloud

Per leggere tutte le interviste realizzate da LORENZOSPEED* a tutti gli Artisti che hanno già aderito all’iniziativa ‘Art will save us’ clicca qui >>> http://lorenzospeed.altervista.org/blog/the-art-save-us/

Se vuoi ascoltare tutti i podcast radiofonici e Live di LORENZOSPEED* clicca qui >>> https://www.mixcloud.com/LSPDj

 

 

 

LUCA VALLETTA interviews by LORENZOSPEED*

LUCA VALLETTA intervistato da LORENZOSPEED*

 

1 ) Qual è stato l’input che Ti ha dato lo spunto per iniziare la Tua attività all’interno della nightlife ?

La voglia per iniziare a fare pubblicità nel mondo della discoteca è arrivata all’età di 15 anni.Venendo da una brutta situazione familiare, soprattutto economica, non volevo far pesare ai miei genitori il voler andare a ballare e quindi da lì ho deciso di intraprendere questo mondo, prima riuscendo ad entrare gratuitamente e poi iniziando a guadagnare qualcosina sempre per non poter pesare su di loro.

 

 

Kyi

2 ) Qual è l’origine del nome del locale ?

Il locale è ormai aperto da una ventina di anni, non ricordo esattamente l’inizio anche perchè la mia età non mi permette di ricordare, posso dire però che a novembre sono 10 anni che lavoro in questo locale e si è passati da nomi come jam , sofa’ , paul e kyi club, quest’ultimo sta per kills your idols, uccidere il proprio idolo , ma più che ucciderlo noi lo facevamo diventare una divinità, inizialmente per tutto il locale mettemmo i vari idoli, a partire dal grande padrino , dal grande Maradona e così via.

 

 

3 ) Quali sono gli ingredienti basilari, secondo Te, per farlo funzionare al meglio ?

Il giusto modo per far funzionare il locale sicuramente è il mezzo di comunicazione, abbiamo personale video e foto davvero di grande livello, un impianto da invidiare a molti che ci hanno permesso di ospitare dj di grandissimo livello, come ad esempio Martin Garrix, Don Diablo, Gabry Ponte, giusto per citarne qualcuno.

Poi sicuramente il locale è uno tra i più grandi di Modena e contiene tra le 1500 e 2000 persone con 3 sale completamente diverse con qualsiasi tipo di musica per coinvolgere qualunque tipo di clientela.

Per concludere, sicuramente la grande voglia di trasmettere ai nosti ragazzi che fanno pubblicità, vedendola come una grande passione.

 

 

Emergenza coronavirus

4 ) In questo periodo di #coronavirus, a cosa hai pensato per fronteggiare l’emergenza, e, di conseguenza, proporre ai Tuoi affezionati clienti qualcosa di valido ?

Guarda purtroppo siamo veramente in un brutto periodo, siamo uno dei settori insieme ai bar / ristoranti più in crisi , io lancerei comunque un appello, vorrei che le autorità si rendessero conto che anche noi siamo delle aziende e dobbiamo anche noi essere tutelate, ho diversi colleghi a casa come me, chiediamo solo rispetto, la discoteca si è un divertimento, ma dietro ci sono persone che lavorano e si impegnano per far sì che tutto vada per il verso giusto, parliamo di un settore con fatturati molto importanti , non possiamo passare in secondo piano.

Detto questo sicuramente torneremo più forti di prima per regalare come abbiamo sempre fatto un sorriso alla gente.

 

 

5 ) Quali sono i Tuoi progetti futuri ?

Sicuramente di tornare il prima possibile sul campo e continuare quello che abbiamo iniziato, eravamo in un momento bellissimo come locale, il fatturato era molto positivo.

 

 

6 ) Qual è, se vuoi dircela, la qualità migliore del Tuo locale, e cosa Ti piace di + del gestirlo ?

La qualità migliore sicuramente è l’entusiasmo , trasmettere tramite 3 sale e tramite la nostra animazione così tanta carica non la vedo in molti locali , almeno nella zona modenese.

La cosa che mi piace di più nel gestirlo sicuramente è la passione che trasmetto ai miei ragazzi, lo stare insieme e raggiungere obiettivi insieme. Amo il mio lavoro.

 

 

Luca Valletta’s bio

7 ) Descrivi ai lettori la Vostra storia.

Come dissi precedentemente sono entrato nel mondo della discoteca per motivi famigliari, parlate con una persona a cui non piace questo mondo come forma di ballare e divertirsi, ma è sempre stato affascinato dal business che lo circonda.

Comunque ho terminato gli studi nel 2011 come perito elettronico, iniziando subito a lavorare in qualche ditta in questo settore e poi inserendomi in un’altra mia passione, il barista. Imparai tale mestiere e girai molti bar, finchè non ebbi la possibilità di lavorare in un hotel dove lì oltre a fare il barista gestivo la parte amministrativa in reception. Nel frattempo continuavo imperterrito a lavorare in discoteca, iniziando a crescere sempre più finchè non diventò un mio secondo lavoro, partendo dall’età di 19 anni gestendo una ventina di persone fino ad oggi che è diventato un primo lavoro, dove ne gestisco almeno 200. Lasciai l’hotel dopo 3 anni e mezzo per esaudire finalmente il mio desiderio di fare 24 ore su 24 quello che mi piaceva, cioè gestire un locale e la sua pubblicità. Cambiai anche perchè dormivo perennemente 2-3 ore a notte, l’hotel mi portava veramente via tante energie, al sabato facevo turni come 15-23, per poi andare in discoteca a gestire i miei ragazzi, finivo intorno alle 5 e alle 7 di nuovo in piedi fino alle 15 in hotel, diventai uno zombie.

Ma ora sono felice , sperando finisca presto questo virus.

 

 

8 ) Quale messaggio vuoi lanciare ai Tuoi clienti ? Approfittane di questo spazio, che è anche l’ultima domanda.

TORNEREMO PIù FORTI DI PRIMA , DIVERTENDOCI COME ABBIAMO SEMPRE FATTO.

 

Art will save us & Mixcloud

Per leggere tutte le interviste dell’iniziativa ‘Art will save us’ promossa da LORENZOSPEED* con oltre 100 Artisti, clicca qui >>> http://lorenzospeed.altervista.org/blog/the-art-save-us/

Se vuoi ascoltare tutti i podcast radiofonici e Live di LORENZOSPEED* clicca qui >>> https://www.mixcloud.com/LSPDj