NEWS CAFE by PETER interviews by LORENZOSPEED*

Il titolare del NEWS CAFè by PETER intervistato da LORENZOSPEED*

 

1 ) Qual è stato l’input che Ti ha dato lo spunto per aprire il locale ?

Io ho studiato scuola alberghiera a Possagno ( Treviso ), e poi dopo varie esperienze che mi hanno portato a fare stagioni sia in Italia che all’estero e nei vari ruoli del mio lavoro dall’albergo al ristorante, al catering, alla pasticceria sia come cameriere o barman ho deciso di aprire il cassetto del mio sogno e aprirmi un locale tutto mio… ‘se devo farmi il mazzo almeno lo faccio per me’, questo di fondo era uno dei pensieri che mi aleggiava in testa… poi se devo dirla tutta avrei dovuto aprire con un socio ma ogni volta che andavamo a vedere un locale da prendere, la frase che mi diceva era ‘aspettiamo l’occasione’ … ciaone io l’occasione me la sono creata…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2 ) Qual è l’origine del nome del locale ?

Ah questa è una storia da raccontare, correva il 1999, l’anno di apertura del NEWS CAFE’. Il comune di Bassano del Grappa aveva lanciato un progetto che prevedeva che anche i bar potevano vendere i quotidiani, cosa alla quale poi non ho aderito, ed idee in merito al nome erano le più classiche “GARDEN, SUN, BLU” ed altri… ovviamente non mi piaceva nessuno di questi… quindi prendendo spunto dalla parola News che vuol dire notizie, e sapendo che dentro un bar le notizie sono il pane quotidiano, il passo è stato breve… e Cafè perchè quando ho aperto era una caffetteria con orari dalle 07.30 fino alle 20.00 …

Ma se tu chiedi adesso a qualcuno di indicarti dove si trova il NEWS CAFE’ sarà ben difficile che te lo sappia dire perchè è conosciuto da tutti come da PETER… che sarei io …

 

 

3 ) Quali sono gli ingredienti basilari, secondo Te, per farlo funzionare al meglio ?

Secondo me è come fare un piatto in cucina. Anche a casa, prendiamo una semplice pasta, deve essere cotta al dente, giusta di sale con un sugo buono anche quello equilibrato anche nelle dosi… quindi per me le armi vincenti sono simpatia, qualità dei prodotti ed interazione con i clienti ed un continuo rinnovamento dell’offerta a 360 gradi, un mix vincente …

 

 

4 ) In questo periodo di #coronavirus, a cosa hai pensato per fronteggiare l’emergenza, e, di conseguenza, proporre ai Tuoi affezionati clienti qualcosa di valido ?

Purtroppo come tanti miei colleghi ho dovuto chiudere i battenti in questo periodo e non potendo fare servizio delivery mi sto concentrando sulla riapertura cercando nuovi spunti per far sì che le persone tornino a brindare e a stare in compagnia … stay tuned.

Nel frattempo per un certo verso i canali social danno una mano a tenere vivi i rapporti …

 

 

5 ) Quali sono i Tuoi progetti futuri ?

Io sono dell’idea che una persona che fa questa professione non è mai fermo che sia all’interno dell’attività o altri progetti esterni perchè sennò rischi di annoiarti … progetti a breve termine sicuramente quando finirà questa pandemia sarà quella di organizzare dei parties e delle serate a tema anche per dar modo ai clienti di far conoscere i prodotti che usiamo tipo serate sul whisky ecc… poi a lungo termine la voglia di aprire un altro locale magari con una piccola cucina non sarebbe male, ma intanto mi concentro su questo che è da riportare al livello prima della chiusura… e poi c’è un’altra idea che è partita in questi giorni di permanenza in casa ma è ancora troppo presto per raccontarla !!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

6 ) Qual è, se vuoi dircela, la qualità migliore del Tuo locale, e cosa Ti piace di + del gestirlo ?

Allora una cosa che mi piace del mio locale, secondo me fondamentale e te ne accorgi subito è come entrare a casa, sei in famiglia… da me le persone al 99 % si conoscono tutte e per me è una grande soddisfazione aver creato con i miei collaboratori questa cosa. Un aspetto particolare che mi piace del mio lavoro è la parte psicologica cioè riuscire ad entrare nella testa del cliente, conoscere i suoi gusti e le sue abitudini, consigliarlo e cercare di fargli passare un pò di tempo in leggerezza, o se vedo che ha bisogno di parlare lo lascio sfogare… Una cosa bella è anche che si sono create nel corso degli anni relazioni, amicizie anche ovviamente tra me ed i miei clienti, si esce a bere qualcosa o si va in ferie insieme… i miei migliori amici li ho conosciuti al bar…

 

 

7 )  Descrivi ai lettori la Vostra storia

La mia è la storia di un ragazzo che aveva un sogno nel cassetto, e ha deciso, a discapito di chi diceva che non era in grado di fare il barista, di aprire un suo bar di quartiere che negli anni è diventato uno dei locali più longevi di Bassano del Grappa. Anche se, sia prima di aprire che durante il corso di questi vent’anni di attività ci sono stati momenti di difficoltà, di notti in bianco e di ripensamenti, senza contare le ore passate dietro al banco / festività saltate / ferie cosa sono?!? la caparbietà, lo spirito d’iniziativa e la passione per questo lavoro hanno prevalso su tutto.

 

 

8 ) Cosa Ti piace maggiormente della Tua professione ?

Io mi considero fortunato perchè come dice Confucio ‘ “scegli un lavoro che ami, e non dovrai lavorare neppure un giorno in vita tua”.

Questo è uno di quei lavori che io considero viscerali, o ti piace o non ti piace, non ci sono vie di mezzo. Possono esserci momenti no, ma alla fine quello che hai dentro nel sottopelle viene fuori.

Una cosa che mi piace è quando organizzo qualcosa, come ad esempio una festa piuttosto che un compleanno o anche una serata a tema, e la gente uscendo dal locale o il giorno dopo quando si sveglia con un cerchio alla testa ti manda un messaggio di ringraziamento… ”what else” cos’altro …

 

 

9 ) Quale messaggio vuoi lanciare ai Tuoi clienti ? Approfittane di questo spazio, che è anche l’ultima domanda di questa chiacchierata.

Il mio messaggio è che bisogna tenere duro ancora un pò, soprattutto per ritornare a frequentare i locali …

Nel frattempo fate attività fisica, leggete, cucinate, tenetevi impegnati e se vi sentite soli chiamatemi …

E quando sarà tutto finito mi troverete dietro al bancone del mio locale pronto ad alzare i calici, brindare e ridere con Voi.

 

 

Art will save us & Mixcloud

Se vuoi leggere tutte le interviste dei quasi 200 Artisti che hanno già aderito all’iniziativa ‘Art will save us’ promossa da LORENZOSPEED* clicca qui >>> http://lorenzospeed.altervista.org/blog/the-art-save-us/

Per ascoltare tutti i podcast Live e radiofonici di LORENZOSPEED* clicca qui >>> https://www.mixcloud.com/LSPDj

 

 

 

Affanni d'artista / Massimo Giancola

E’ arrivato il nuovo cd di Massimo Giancola e Mario Colucci, miei amici pugliesi, e precisamente della città di Monopoli, che mi hanno omaggiato dell’opera stessa con dedica inclusa. Grazie ragazzi.
Il cd audio realizzato a Monopoli ( Bari ) con X-Max studio rec mobile è composto da 15 canzoni, la cui tracklist è la seguente :
1 Affanni d’artista
2 Baciami ora
3 Resto spento
4 E’ già spaventata
5 All’improvviso
6 Tu sei il mio mondo
7 Mostrami la scia ed io verrò
8 Ma che importanza ha
9 Ti chiedo amore
10 Sotto le stelle
11 Donna avida sei
12 Come le rondini
13 Besame ahora
14 Tu eres mi mundo
15 Muestrame el camino y vendrè
Testi e musiche di Mario Colucci, Massimo Giancola
con la partecipazione di Alessandro Lacitignola nel brano ‘E’ già spaventata’
Arrangiamenti di Massimo Giancola, batteria, basso, chitarre acustiche, chitarre elettriche, piano, archi, synth, pad e suoni vari suonati da Massimo Giancola
Mixing & mastering di Massimo Giancola presso X-Max home studio rec di Massimo Giancola
Foto di Lucia Conte
Booklet creato da Mario Colucci, Massimo Giancola, Lucia Conte
Direzione artistica di Mario Colucci
Contatti artistici management Mario Colucci cell. : 3333425774    email : mcarteb@gmail.com
Massimo Giancola cell. : 3409921139  email : massimogiancola1@gmail.com
Siti
https://www.facebook.com/massimogiancolafanpage
https://www.facebook.com/ilcolucci
https://www.ilcolucci.altervista.org
Tutta la musica se ascoltata non solo con le orecchie, ma anche con l’anima, ti può indicare la via nei momenti tristi, associando un tuo dolore al dolore universale e non ti sentirai più solo/a. ( Mario Colucci )
affannidartista