LORENZOSPEED* interviews BALT HUTTAR

LORENZOSPEED* intervista i BALT HUTTAR

1 ) Ciao ragazzi, qual è stato l’input che Vi ha dato lo spunto per formare la band ?

La band è nata come coincidenza di percorsi musicali e di vita, suonavamo già ognuno per conto proprio ( alcuni di noi avevano già degli anni di esperienza con altre formazioni ). La ‘scintilla’ è scattata dal percorso di ricerca personale di Mattia, che si stava avvicinando alla musica tradizionale celtica. E’ stato allora che, scoprendo la musica popolare nordeuropea e germanica e collegando queste ( allora ) nuove passioni alle radici cimbre, ha deciso di formare una band che proponesse una musica che potesse unire questi fattori. L’idea fu accolta con entusiasmo e supportata dagli altri componenti e così siamo potuti arrivare fin qui.

 

 

2 ) Qual è l’origine del Vostro nome artistico ?

BaltHüttar significa, in Cimbro dei Sette Comuni, “Guardiani del Bosco”; è frutto di una ricerca nelle nostre radici ed è espressione esaustiva del nostro messaggio musicale. Infatti il nostro intento ( oltre a divertirci e far divertire chi ci ascolta o che viene ad un nostro concerto ) è quello di contribuire  a dare nuova vita e far conoscere la cultura Cimbra e la sua antica lingua ( ormai quasi sull’orlo dell’oblio ), in armonia con gli ancestrali concetti di rispetto per la Natura. Perché proprio il Bosco ? Perché è da sempre il principale ‘compagno’ e sostentamento della gente dell’Altopiano, oltre ad essere una delle maggiori espressioni della Natura selvaggia.

 

 

Music

3 ) Quali sono gli artisti e/o le band musicali di riferimento per la Vostra idea di Musica ?

Seguiamo moltissimi artisti, di generi anche molto diversi, ma principalmente ci ispiriamo a band Folk Metal italiane ( ad esempio Furor Gallico, FolkStone ) e nord-europee ( Korpiklaani in primis, Eluveitie, Cruachan, Ensiferum ), Folk-Power ( esempio Alestorm ), Folk germanico e scandinavo ( es. Faun ) e Irish ( DropkickMurphys, Fiddler’s Green, ecc ).

 

 

4 ) Cos’è per Voi la musica ?

La musica per noi prima di tutto è una forte energia che ha unito indissolubilmente noi cinque e che ci permette di creare un legame anche con tutti gli amici che ci seguono e che assistono ai nostri concerti … è qualcosa di unico ! Poi crediamo che sia anche un potente veicolo per diffondere idee o, come nel nostro caso, far conoscere delle piccole, ma significative realtà come quella cimbra ( il nostro obiettivo più grande ).

 

 

5 ) Quali sono i Vostri progetti futuri ?

In futuro speriamo di poter continuare al meglio il nostro percorso, scrivendo nuovi brani ( ora siamo al lavoro per il secondo album ), quindi pensiamo di pubblicare altri dischi e suonare live, magari anche in nuovi palchi importanti. Il nostro obiettivo è quello di crescere come artisti, ampliare i nostri orizzonti, far conoscere a più persone possibili la nostra antica cultura e trovare molti nuovi amici con cui condividere i momenti di festa che verranno, in Italia e magari anche all’estero.

 

 

6 ) Quale messaggio volete comunicare o trasmettere attraverso la Musica ?

Con la nostra musica vogliamo trasmettere allegria, amicizia, festa, ma non solo … La nostra musica ha uno stretto contatto con la nostra cultura, dal nome del gruppo ai testi, tutto convoglia nell’attaccamento alla nostra Terra e alle nostre origini. Oltre alle emozioni descritte prima vogliamo far conoscere e, perchè no, omaggiare il posto da cui veniamo : l’Altopiano dei Sette Comuni; per farlo abbiamo deciso di utilizzare la sua antica lingua, il Cimbro, che sta purtroppo scomparendo, e quale miglior genere per farlo se non il Folk Metal ? Siamo molto orgogliosi del fatto che molti fans si stiano avvicinando al Cimbro proprio grazie alle nostre canzoni, e questo ci sprona ad andare avanti consci del fatto che il messaggio, ed il mezzo che utilizziamo ( la musica ) sta funzionando.

 

 

AMORE Radio Show / THE SOUNDAY

7 ) Com’è stata la Vostra esperienza ospiti di AMORE Radio Show / THE SOUNDAY condotto da LORENZOSPEED* e cosa Vi é piaciuto di + del programma ? E quale consiglio daresti nello sviluppo / evoluzione atto a dare vita ad un programma di sempre migliore qualità ?

Ringraziamo LorenzoSpeed* per la sua accoglienza, gentilezza e disponibilità. Purtroppo non siamo riusciti ad essere presenti tutti e cinque, ma chissà che con l’uscita del secondo album ci sia la possibilità di tornare in radio al completo. Durante l’ospitata radiofonica abbiamo fatto scoprire un po’ di cimbrian folk / folk-metal a qualche persona in più… alla fine questo genere non è molto conosciuto in Italia, ma la musica che proponiamo è adatta a tutte le fasce d’età, quindi siamo ben contenti di ampliare il nostro pubblico di ascoltatori. La diretta radiofonica è stata ben accolta e partecipata da molti ascoltatori, con chiamate e messaggi audio whatsapp e questo è stato veramente piacevole e divertente. Lorenzo ha dato la possibilità di esibirci anche in live-radio… è stato un bell’esperimento con un buon risultato.

Al termine dell’ ospitata, durante il viaggio di ritorno in Altopiano di Asiago, abbiamo  sintonizzato l’autoradio  nella frequenza di radio Gamma5 per restare in ottima compagnia con buona musica.

Sia nell’ambito promozionale pre-intervista con creazione dell’evento, descrizione, grafica e presentazione artistica sia nella preparazione del podcast  successivo all’ospitata, sono stati ben curati e con invio puntuale.

( a proposito di podcast, ecco il link per riascoltare gratuitamente l’ospitata dei Balt Huttar all’interno del programma radiofonico AMORE Radio Show condotto da LORENZOSPEED* ed andato in onda in diretta Domenica 14 Luglio 2019 dalle ore 12 alle ore 15 >>> https://www.mixcloud.com/LSPDj/lorenzospeed-presents-amore-radio-show-763-domenica-14-luglio-2019-with-balt-huttar-2/ )

 

 

 

Balt Huttar’s bio

8 ) Descrivete ai lettori la Vostra storia artistica.

Siamo una band Folk Metal dell’Altopiano dei 7 Comuni ( Altopiano di Asiago – Vicenza ), terra che affonda le proprie radici nell’antica cultura Cimbra. È proprio di questa cultura che ci poniamo promotori, a partire già dal nome che in cimbro appunto significa «Guardiani del Bosco».

Siamo nati nel settembre 2011 da un’idea di Mattia Pivotto e nel corso del primo anno di vita viene raggiunta la line up attuale che comprende Jonathan Pablo Berretta alla voce, whistles e flauto dolce; Ilaria Vellar ( aka Veila, la cui intervista è disponibile al link >>> http://lorenzospeed.altervista.org/blog/lorenzospeed-interviews-veila/ ) all’organetto, fisarmonica e voce; Mattia Pivotto alla chitarra, bouzouki irlandese, whistles, cornamusa, bodhran e voce; Nicola Pavan al basso; Federico Rebeschini Sambugaro alla batteria e percussioni.

Abbiamo vissuto caldissime esperienze sul fronte live e abbiamo partecipato ad importanti eventi folk come Venigallia e BrintaalCeltic Folk ( per 3 anni ) , condividendo lo stesso palco con artisti del calibro di Paddy and the Rats, Alan Stivell, ecc. ), Sun Valley Metal Fest ( con Elveking, Rotting Christ, Graveworn, 4th Dimension, LunarExplosion, ecc. ), Rhino Sound Fest ( con Arcana Opera e Nanowar of Steel ), Ferrock Festival ( con i LouDalfin ), Irlanda in Festa ( al Gran Teatro Geox di Padova ), MEI ( Meeting delle Etichette Indipendenti ) di Faenza, l’apertura al concerto dei Folkstone il 1° gennaio 2016, nel 2017 e 2018 nuovamente al Ferrock assieme ai Furor Gallico e altre band folk metal; nel 2019 al Druidia folk Festival ( Cesenatico ) e fino in Germania in occasione del 50° anniversario del gemellaggio Roana / Velden come promotori della cultura Cimbra.

 

 

Il 2014 è stato l’anno del nostro debutto discografico. Durante l’estate abbiamo pubblicato il nostro primo demo EP «TzimbarTantze» («Danza Cimbra»), composto da quattro brani ( genere folk metal ), volutamente di impronta mista che abbracciano stili, sonorità e soprattutto lingue diverse ( si trovano infatti lyrics in inglese, in italiano e nell’antico cimbro dei Sette Comuni ). Il demo, autoprodotto, è stato registrato e mixato da Massimiliano Forte ( ex batterista dei powermetallers altopianesi 4th Dimension ).

Nel 2015 la prima partecipazione ad un concorso, il Vicenza Rock Contest, che ha visto al via ben 68 band, fra le quali noi Balt  Hüttar, che abbiamo vinto una lunga serie di riconoscimenti : primo posto assoluto, premio miglior band vicentina e premio miglior band Metal; inoltre abbiamo ottenuto altri quattro premi a livello individuale e la nostra «Dating a witch» è giunta terza fra i brani in gara.

Il nostro primo full-lenght «TrinkhMetMiar» («Bevi Con Me») è del 2018 e comprende 13 tracce : le quattro di TzimbarTantze ( in una nuova veste ) alle quali vengono affiancati altri nove inediti. Il disco è autoprodotto in collaborazione con  AreaSonicaRecords. «TrinkhMetMiar» è disponibile in tutti i negozi di musica online ( Amazon, spotify, deezer, ecc.) e soprattutto si può acquistare anche fisicamente ai nostri prossimi  live.   Si può ascoltare su youtube a questo link:

https://www.youtube.com/results?search_query=balt+h%C3%BCttar+-+trink+met+miar+

 

Delle 13 tracce di questo primo album ben 4 sono i singoli : “Anotherdrinkingsong” una canzone simpatica ed immediata grazie all’ottimo lavoro degli strumenti folk e ad un ritornello cantato molto orecchiabile ; “TantzastometMiar” ( balla con me ), una canzone piena di carica, mette voglia di ballare, il testo è totalmente in lingua cimbra ; “Dating a Witch” un cavallo di battaglia della band, la prima composizione degli Hüttar, giunta terza fra i brani in gara al Vicenza Rock Contest 2015. Il quarto singolo è Khriighenacht ( Notte di guerra ) una canzone profonda e rievocativa, vuole trasmettere la difficile e tragica situazione di un soldato in trincea durante la guerra, il testo è in italiano, si può vedere il videoclip molto suggestivo da questo link: https://www.youtube.com/watch?v=fyKVqL8uvow

 

Attualmente stiamo lavorando molto per cercare di completare quanto prima il secondo album.

Per restare aggiornati su tutte le pubblicazioni e per seguire gli appuntamenti dei concerti live ( dove il divertimento sarà assicurato ) seguiteci su Facebook, Instagram, Spotify e Youtube !

 

 

Curiosità ed aneddoti

9 ) Cosa Vi piace della Vostra professione ?

Pur provenendo da generi molto diversi troviamo nella musica uno e più punti comuni, il bello di suonare in una band è proprio questo,  condividere la bella passione per la musica in tutti i suoi generi e in tutte le sue sfumature trovando una vera e propria identità di gruppo.

Poi sicuramente far divertire la gente che ci segue, che ci ascolta e ci supporta ai nostri live e nei nostri canali social dà molta soddisfazione.

Fin  dal 2011 cerchiamo di  impiegare tutto il tempo libero e tante forze per portare avanti il progetto e speriamo possa diventare per tutti e cinque una vera e propria professione.

 

 

10 ) Quale consiglio dareste a chi vuole iniziare il Vostro percorso artistico ?

Pensiamo che, come per tutti gli artisti, la soddisfazione più grande sia dar vita alle proprie idee e condividerle con tutti. Il consiglio più grande che possiamo dare è provare : impegnatevi e buttatevi, se avete qualcosa da dire fatelo attraverso la musica senza preoccuparvi troppo ! Poi, a nostro avviso, una cosa importante da ricordare è quella di cercare di rimanere se stessi, fedeli prima di tutto alla musica e ai propri principi e valori : l’importante è fare ciò che si ama veramente.

 

 

Link e contatti

Per leggere tutti gli articoli del sito clicca qui >>> https://www.LORENZOSPEED.it

Se vuoi guardare tutti i video del canale ufficiale Youtube di LORENZOSPEED* ed iscriverTi allo stesso, clicca qui >>> https://www.youtube.com/LORENZOSPEED

https://www.mixcloud.com/LSPDj

 

 

2 pensieri riguardo “LORENZOSPEED* interviews BALT HUTTAR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.