Gennarino Gattuso e cr7

“Quando entrai sul terreno di gioco per il riscaldamento sentii un boato spaventoso, fu in quel momento che capii che avremmo potuto giocare quella partita 10 volte e perderla 9, ma non quella sera! Circa 20 minuti più tardi, il mio sguardo si rivolse verso Cristian, un raccattapalle seduto su un cartellone pubblicitario, che fissava a bocca aperta Cristiano Ronaldo. Mi avvicinai e gli chiesi: ‘Cosa c’è Cri?!’ Lui mi guardò e rispose: ‘Hai visto Ronaldo che fa con il pallone?! Hai visto quanto è forte?!’ A quel punto lo guardai e gli dissi: ‘Si è forte, ma ha 2 braccia come me, 2 gambe come me, forse è un po’ più alto, più bello, ma è un uomo come me, un giocatore come me. C’è una sola differenza tra noi due, sai qual è?! Io andrò ad Atene, lui no!”.
Gennaro Gattuso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *